©2019 by
Who u are di Cavallin Cristiana
Via Marco Moro n. 3
31033 Castelfranco Veneto (TV)
P.Iva 05002790268

Cerca
  • Cristiana Cavallin

Ti vuoi decidere a fare ciò che ti piace o vuoi lamentarti tutta la vita?

Aggiornato il: 14 nov 2019

Arriva il momento in cui dovresti iniziare a fare quello che vuoi. Prendi un lavoro che ami. Salterai giù dal letto al mattino. Penso che tu sia fuori di testa se continui a fare lavori che non ti piacciono perché pensi che sembrerà buono sul tuo curriculum. (Warran Buffett)

Sapevi che più c’è dissonanza tra attitudini e lavoro, più c’è di-stress dal punto di vista psico-biologico? E che più c’è assonanza, maggiore è la presenza di eu-stress, stimolazione fisiologica e mentale? Insomma, dopo 6-12 mesi di lavoro che non ci piace, il nostro corpo manda segnali di stress.

All’inizio piacciono tutti i lavori anche quelli che non sono attitudinali. Anch’io ho fatto un po’ di tutto con il massimo dell’entusiasmo, fino al mio primo impiego stabile come Purchasing Assistant. Lavoravo in un’azienda solida, in crescita e con colleghi stupendi, ma non mi piaceva il mio lavoro, mi annoiava e non sentivo di dare un contributo significativo per me. Mano a mano ero sempre più stressata, scontrosa, insoddisfatta, meno produttiva. Mi sentivo portata per un lavoro in cui potevo aiutare le persone nel loro lavoro, volevo un'occupazione nelle risorse umane. Mi iscrissi a 24 anni al Corso di Diploma di Laurea in Consulente del Lavoro alla Facoltà di Giurisprudenza di Padova.

Può capitare ad un certo punto della vita di andare incontro ad un derragliamento intelligente. Senti che quello che fai non ti rende felice e scatta la volontà di cercare un lavoro più attinente alle proprie attitudini piuttosto che alle proprie competenze. Questi cambi di rotta possono avvenire in qualsiasi momento: dopo l’università, dopo i primi anni di lavoro o dopo anni e anni di lavoro o carriera. L’importante è ascoltare il nostro corpo, le nostre sensazioni.

La sensazione di piacere è indizio delle nostre attitudini. La scuola non consapevolizza abbastanza gli studenti su questo aspetto. Dobbiamo superare l’idea di cercare un lavoro attinente esclusivamente alle nostre competenze, a scapito del nostro piacere personale. E smetterla di fare un lavoro che non ci piace solo perchè ci assicura un certo status sociale. Le competenze si possono acquisire durante tutto l’arco della vita. Dobbiamo farci guidare dalle attitudini, dal nostro piacere nelle scelte scolastiche e lavorative. La scuola dovrebbe lavorare in modo complementare sulle attitudini e competenze degli studenti, ma ad oggi si dedica maggiormente a trasmettere conoscenze teoriche, tra l’altro molto spesso obsolete nel mercato del lavoro.

Allora vi lancio una sfida! Se fate parte di quella generazione che:

✓ studiava ragioneria per poi fare il Contabile o iscriversi a Economia e Commercio per diventare commercialista e avere un certo status sociale

✓ ha frequentato il liceo perchè ti apriva la mente e tutte le università 😨

✓ è diventato geometra per lavorare nello studio di papà

adesso dovete fare la differenza con i vostri figli.

Spieghiamo loro che esistono persone che ti possono seriamente orientare nelle scelte scolastiche e lavorative, che devono ascoltarsi e farsi aiutare con l'utilizzo anche di test psicoattitudinali per capire quali sono le loro attitudini. Ma soprattutto non influenziamo le loro scelte.

Accompagniamo i nostri ragazzi nelle prime importanti scelte della vita facendogli conoscere gli strumenti a disposizione per scoprire il loro talento!

I giovani di oggi non sono svogliati, si trovano semplicemente in un contesto scolastico spesso obsoleto, in una società che ha regole di relazione incomprensibili, ma soprattutto in un mercato del lavoro disorientante, insomma nel caos.

Studiare e lavorare è l’essenza di diventare adulti e liberi. Tutti gli studi sono utili, anche quelli svolti non secondo attitudini, perchè permettono di massimizzare le doti intuitive. Le attitudini sono il terreno su cui far crescere le nostre competenze. Il mercato del lavoro di oggi è meno garantito e più disordinato, ma sicuramente più ricco di scelte e opportunità. Allora non aver paura, ascolta quella bellissima sensazione di piacere...e cambia rotta...cerca la tua felicità e benessere. Cercala ad ogni età. Cercala con WHOUARE.


Ringrazio Roberto Vaccani, docente SDA Bocconi, e Allenati per l'Eccellenza - The Istitute for Coaching & NPL, per avermi formato su quanto ho riportato nel post e sul modello di consapevolezza delle attitudini individuali elaborato dallo stesso Vaccani.

25 visualizzazioni